Ven28022020

Padania.org online: Ultime notizie

Back Commenti Provocazione di Bossi: «Dubito che l'Italia possa durare»

Provocazione di Bossi: «Dubito che l'Italia possa durare»

Valutazione attuale: / 14
ScarsoOttimo 
ricciodimare_1 scrive su padania.org: "Gli illustri clinici bossi berlusconi e colleghi, che hanno tenuto in cura il Paese da una moltitidine di anni, scambiando la bronco polmonite per una banale influenza, ancora non si rendono conto che il malato stesso ha ormai un piede nella fossa. Mentre il malato rantola, continuano nella spoliazione dei beni di questo ultimo con affarismi e nepotismi. Dopo aver vilipeso e saccheggiato il Paese con sanatorie fiscali e di ogni tipo, premiando gli evasori fiscali, i corrotti ed i corruttori, non sono ancora sazi. Le ultime rapine al moribondo consistono nell'approprioazione gratuita delle nuove frequenze televisive e la gestione delle scommesse che frutterà al Signore di Arcore svariati milioni di euro senza colpo ferire. Mentre tutta l'Europa si mibilita ed accorre al capezzale del moribondo, i nostri luminari gli propinano i soliti pannicelli caldi, fatti di gabbie, licentiamenti, pensioni di anzianità, aggiramento dello Statuto dei Lavoratori e pagelle via internet. I nostri illuminati economisti debilitano il malato con nuove tasse invece di lasciare qualche soldo nelle tasche della Gente normale per poterlo spendere e quindi favorire l'economia. L'opposizione, invece di far quadrato, difendere strenuamente il Paese prendendo a calci nel sedere questa accozzaglia di pseudo guaritori, avanza in ordine sparso con proposte incomprensibili ed azioni puerili. Lo spread aumenta, di questo passo saremo strozzati solo dagli interessi sul debito, debito che i nostri luminari non solo non hanno fermato o fatto diminuire, ma hanno fatto aumentare a dismisura sino al collasso. E' a questo punto che il pinocchio sfodera l'attuale ultima arma letale per la Sinistra. Dopo averlo addestrato nella cena di Arcore, libera il Caterpillar RENZI e lo lancia sul fronte avverso della sinistra già tanto disastrata gettando nel marasma e nello scompiglio il fronte nemico. Nel frattempo il Malato ha esalato l'ultimo respiro, del Paese cantato, invidiato ed ammirato da tutti, non restano che macerie e travi semi carbonizzate e consunte dalle intemperie. E noi, siamo rimasti a guardare senza fermare questo scempio. Ciao."

 



Posted: 2011-11-01 16:52:09

Leggi tutto
Author:ricciodimare_1