Back Community Lettere alla redazione Lo sbarco di migranti

Lo sbarco di migranti

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

MigrantiLo sbarco di migranti a cui stiamo assistendo non è che l'inizio di un fenomeno; secondo quanto riferiscono fonti ben informate il Pentagono prevede un esodo di 40 milioni di persone dall'Africa nei prossimi anni. Ciò determinerà una crisi economica-demografica a cui l'Europa e non solo l'Italia non sono preparate e peggiore della crisi finanziaria attuale da cui non siamo ancora usciti. Le cause reali del fenomeno sono, come è noto, la miseria, le guerre, e le dittature specie del Nord Africa, ma la scintilla che ha dato il via alla geometrica progressione del fenomeno è stata certamente la visita di papa Bergoglio a Lampedusa l'anno scorso con il suo implicito invito a venire in Europa, tanto qualche santo provvederà. Nessuno può contestare a Bergoglio di dare voce alle sue convinzioni, ma quello che deve essere contestato duramente è la discrepanza fra il predicare la solidarietà e l'accoglienza  e il non praticarle. In Italia esistono decine di chiese, conventi, seminari e canoniche vuote, che potrebbero benissimo essere destinati all'accoglienza dei migranti, ma rimangono vuoti oppure, nel caso delle canoniche vengono addirittura affittate a scopo abitativo con profitto netto. Su questi immobili la chiesa cattolica non paga nemmeno "il tributo a Cesare", e cioè la TARES, per un privilegio sancito ai tempi del fascismo.

Per praticare la solidarietà non basta inviare la Caritas allo sbarco, dove il peso maggiore è sopportato dalla Guardia Costiera, Medici senza Frontiere, UNICEF e Croce Rossa. Ma il peso maggiore della solidarietà viene dopo, nel trovare soluzioni abitative e mantenere i migranti, ed è a carico dei Comuni e dello Stato Italiano in generale, non del Vaticano. Chi parla in nome di una presunta autorità morale deve essere il primo a mettere in pratica i propri principi e non limitarsi a invitare gli altri a farlo; allora requisiamo conventi, chiese, canoniche e seminari vuoti e destiniamoli all'accoglienza e al mantenimento dei migranti: che ne dice cardinal Galantini, lei che rimprovera lo Stato Italiano per non fare abbastanza per i migranti?
 
Raffaello, 24/8/2015

 

Attenzione: Il titolo, il nomi dell'autore e dell'editore sono menzionati seguendo il link ("Leggi tutto ...") che rimanda all'articolo originale e completo qui citato.


Con l'invio di commenti agli articoli o ai sondaggi online, l'utente acconsente alla pubblicazione del proprio nome e del testo del commento (eventualmente riportante anche altri dati personali, qualora siano essi inseriti appositamente nel testo del commento dall'autore stesso), alla raccolta e conservazione di tutti i dati inseriti e del numero di IP di provenienza al fine di poter identificare l'autore dei commenti stessi in caso di violazione delle leggi in vigore. I dati personali non pubblicati sono trattati con strumenti automatizzati e conservati fino alla rimozione dell'articolo, sondaggio e/o del relativo commento e non verranno in nessun modo divulgati a terzi, tranne nel caso di richiesta scritta ai sensi di legge da parte delle autorità.

ATTENZIONE: insulti o messaggi ingiuriosi o diffamatori o ritenuti tali ad insindacabile giudizio della redazione verso persone, società, enti, partiti, movimenti o organizzazioni di qualsiasi genere NON verranno pubblicati. Gli autori dei messaggi saranno ritenuti penalmente e civilmente come unici responsabili dei contenuti da loro inseriti. A tale scopo viene mantenuto a disposizione delle autorità un log contenente data, ora e IP di provenienza di chi inserisce un commento o un articolo. Per ulteriori informazioni si prega consultare la Privacy policy, Chi siamo e le Regole del sito.

N.B. Tutti i commenti sono approvati manualmente dalla redazione e sono pubblicati solo se conformi alle Regole del sito. La verifica è sempre manuale ed avviene in genere entro 90 minuti durante gli orari lavorativi, compatibilmente con la disponibilità dei ns volontari, ma potrà richiedere anche fino a 24-48 ore. La redazione NON opera alcuna censura ai commenti che sono strettamente conformi alle Regole del sito.


Inviare domande ed eventuali richieste di assistenza soltanto tramite il link a: Contatto. I commenti contenenti richieste alla redazione verranno cestinati.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna