Back Commenti In primo piano Napoli, aiuto! La puzza e il tradimento che brucia

Napoli, aiuto! La puzza e il tradimento che brucia

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Chiedo scusa per l’intrusione. Se sentite puzza, non sbagliate: scrivo, infatti, da Napoli dove stiamo affogando tra i rifiuti. E c’è il rischio di epidemie.

A quanto pare, nonostante il monito del Presidente della Repubblica, siamo nelle vostre mani. E in quelle di Calderoli. Che sente puzza di imbroglio.

Noi napoletani, siamo storici conoscitori di puzze e di imbrogli per averli subiti da sempre. Questo non significa che ci siamo assuefatti. Eleggendo Luigi De Magistris, definito da Tosi un uomo onesto e per bene, abbiamo voluto voltare pagina e non consegnare la città alla camorra di Cosentino e Lettieri, nè a Bassolino il cui tradimento ancora ci brucia.

Come sapete, per liberarci dal cancro dell’immondizia, De Magistris ha un piano la cui attuazione richiede qualche mese di tempo.

Al di là del fatto che vi possa piacere o meno, boicottarlo ora significa consegnare la città alla criminalità organizzata.Questa criminalità, come sapete, è talmente organizzata da rappresentare un potere trasversale alla politica, operativo da sud a nord. Questa criminalità sta manovrando una minoranza di trogloditi che, in queste ore, sta scendendo per le strade della città facendo casino, bruciando immondizia, sprigionando diossina che stiamo respirando tutti.

Se la Lega continuerà ad opporsi, il progetto di De Magistris naufragherà miseramente e la città sarà costretta a chiedere l’intervento della UE. Questo non è un bene per Napoli ma non lo è neanche per il Paese perchè le conseguenze si riverseranno inevitabilmente sull’Italia intera.

Vi chiediamo di unirvi a noi e di sostenere, il progetto del nostro Sindaco. Grazie.

[ inviato da Eugenio ]

 

 

Attenzione: Il titolo, il nomi dell'autore e dell'editore sono menzionati seguendo il link ("Leggi tutto ...") che rimanda all'articolo originale e completo qui citato.


Con l'invio di commenti agli articoli o ai sondaggi online, l'utente acconsente alla pubblicazione del proprio nome e del testo del commento (eventualmente riportante anche altri dati personali, qualora siano essi inseriti appositamente nel testo del commento dall'autore stesso), alla raccolta e conservazione di tutti i dati inseriti e del numero di IP di provenienza al fine di poter identificare l'autore dei commenti stessi in caso di violazione delle leggi in vigore. I dati personali non pubblicati sono trattati con strumenti automatizzati e conservati fino alla rimozione dell'articolo, sondaggio e/o del relativo commento e non verranno in nessun modo divulgati a terzi, tranne nel caso di richiesta scritta ai sensi di legge da parte delle autorità.

ATTENZIONE: insulti o messaggi ingiuriosi o diffamatori o ritenuti tali ad insindacabile giudizio della redazione verso persone, società, enti, partiti, movimenti o organizzazioni di qualsiasi genere NON verranno pubblicati. Gli autori dei messaggi saranno ritenuti penalmente e civilmente come unici responsabili dei contenuti da loro inseriti. A tale scopo viene mantenuto a disposizione delle autorità un log contenente data, ora e IP di provenienza di chi inserisce un commento o un articolo. Per ulteriori informazioni si prega consultare la Privacy policy, Chi siamo e le Regole del sito.

N.B. Tutti i commenti sono approvati manualmente dalla redazione e sono pubblicati solo se conformi alle Regole del sito. La verifica è sempre manuale ed avviene in genere entro 90 minuti durante gli orari lavorativi, compatibilmente con la disponibilità dei ns volontari, ma potrà richiedere anche fino a 24-48 ore. La redazione NON opera alcuna censura ai commenti che sono strettamente conformi alle Regole del sito.


Inviare domande ed eventuali richieste di assistenza soltanto tramite il link a: Contatto. I commenti contenenti richieste alla redazione verranno cestinati.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna